#16: spendere meno, spendere meglio!

(di Alessandro Abbiati)

Quando le risorse economiche sono poche, la prima regola in qualsiasi famiglia è quella di razionalizzare le spese per non diminuire i servizi utilizzati.

Un comune deve fare la stessa cosa. Ma per avere comportamenti virtuosi deve cominciare a conoscere bene, per esempio, dove si consuma inutilmente energia o se ne consuma troppa.

L’approccio deve essere “sistematico”: inutile, per fare un esempio, spendere soldi per caloriferi nuovi quando gli infissi sono colabrodo. Oppure, non serve diminuire la temperatura in inverno negli edifici pubblici se poi questi sono riscaldati anche quando non ci sono persone.

Insomma, per potere diminuire in modo incisivo le spese bisogna conoscere bene i punti deboli, i consumi superflui o eccessivi di tutte le strutture facenti capo al comune. Intervenire sugli sprechi significa potere indirizzare le risorse su cose più utili e produttive.

E quindi? Avvieremo un’attività di auditing energetico per capire bene come possiamo utilizzare meglio l’energia consumata e quindi dare migliori servizi ai cittadini centralizzandone la gestione e il controllo.

La tecnologia ci viene incontro e ci offre tante soluzioni per ottimizzare le risorse. E risparmiare energia non è solo utile per le tasche dei contribuenti.

È un dovere civico che chiama in causa stili di vita consapevoli e virtuosi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...